Al Newcast 2019 debutta Zanardi Austempering

Al Newcast 2019 debutta Zanardi Austempering

Zanardi Fonderie lancia un nuovo brand dedicato al trattamento termico conto terzi

Zanardi Fonderie Gifa

La ghisa austemperata (ADI) è un importante motore di sviluppo nel mercato delle fonderie di ghisa. Da 30 anni, la Zanardi Fonderie S.p.a – azienda fondata a Minerbe (Verona) nel 1931 – crede e investe nelle potenzialità di questo materiale innovativo, che offre ai costruttori di macchine una valida alternativa ai componenti in acciaio, massimizzando in numerose applicazioni il rapporto prestazioni/costi.

Nel 2019, la Zanardi Fonderie ha fondato il nuovo brand “Zanardi Austempering” per offrire a tutte le fonderie un servizio di trattamento termico conto terzi e proporsi come un interlocutore unico per la concezione, la progettazione, lo sviluppo e la certificazione del materiale.
Zanardi Fonderie Austempering“Mettiamo i nostri forni a disposizione dei fonditori che, come noi, vedono nella ghisa austemperata una grande occasione di crescita, sviluppo e innovazione”, dice Fabio Zanardi,  presidente e Ceo di Zanardi Fonderie S.p.a. “Il nostro staff professionale è preparato per assistere i clienti in tutte le fasi del processo, dall’analisi chimica alla completa certificazione del materiale austemperato”.

Servendosi di 3 forni AFC-Holcroft UBQA 36-72-36, che permettono di ottenere ottimi risultati in termini di ripetibilità del processo, la Zanardi può trattare getti fino alle dimensioni di 840x1705x890 mm, con pesi fino a 1000 kg e lotti differenti, da piccole serie a volumi automotive.


Zanardi Austempering“Zanardi Austempering” propone al mercato tutti i gradi di ghisa austemperata (ADI) nel rispetto degli standard internazionali (ISO17804, EN1564 e ASTMA897/A897M), così come altri gradi di materiali come la Ghisa Grigia Austemperata (AGI) e l’acciaio austemperato. Mette inoltre a disposizione delle fonderie una nuova proposta tecnologica brevettata dall’azienda: il grado IDI (Isothermed Ductile Iron).

Da sempre in prima linea nella ricerca e nello sviluppo dell’Austempering, l’azienda italiana collabora attivamente con importanti istituti accademici e partecipa ai comitati internazionali di normazione del materiale.