Operazioni di finitura meccaniche e superficiali

Il getto appena prodotto, sterrato e smaterozzato presenta una morfologia superficiale piuttosto rugosa (derivata dal fatto che la forma è costituita da granelli di sabbia), molto spesso con residui di sabbia e di leganti ancora “incollati”. Una volta effettuati i trattamenti di rimozione delle appendici di colata, è quindi necessario svolgere ulteriori operazioni che portino il getto a soddisfare i requisiti (geometria ma anche caratteristiche superficiali) di progetto. Uno dei trattamenti più spesso utilizzati è la sabbiatura, che consente quindi di pulire la superficie del getto da impurezze e residui, lasciando però una certa rugosità.

È frequente la formazione, nei getti, di “bave”, per effetto dell’infiltrazione della ghisa liquida, ad esempio, nella regione compresa tra staffa superiore e staffa inferiore. Le bave costituiscono quindi irregolarità geometriche che vengono rimosse (operazione di sbavatura) mediante l’utilizzo di flessibili oppure con operazioni di tornitura

Super Satisfying Sand Blasting Session – RRC Restoration

Successivamente, qualora richiesto, vengono effettuate tutte le lavorazioni di finitura meccanica necessarie a rimuovere eventuali sovrametalli e ottenere le tolleranze e le rugosità desiderate in sede di progetto del componente.

Lavorazioni meccaniche delle ghise

Le ghise presentano in genere una buona truciolabilità, dovuta alla presenza della grafite, che svolge a tutti gli effetti un’azione di lubrificante solido, facilitando quindi la lavorazione e il taglio svolti dall’utensile. Le caratteristiche di conducibilità termica garantite dalla grafite consentono anche in molti casi l’effettuazione di lavorazioni meccaniche a secco, senza il ricorso a fluidi refrigeranti.

Partners progetto Zanardi Academy